spusu, l’operatore che blocca la sim: ecco come fare la portabilità

E’ stata un’amara sorpresa anche se poi sorpresa neanche tanto: scoprire che l’operatore telefonico spusu sospende completamente la sim e con effetto immediato nel momento in cui non si riesce subito a coprire il costo della ricarica mensile.

Prima di entrare nel dettaglio della notizia, vi ricordiamo che potete ricevere in anteprima e con puntualità tutte le nostre News iscrivendovi al Canale Telegram, il nostro canale tematico.

La sim viene bloccata sia in ricezione che in invio e non può essere utilizzata se prima non si effettua un bonifico che copra il costo mensile della propria offerta.

Un meccanismo davvero fastidioso che fa storcere il naso, anche perché con spusu, almeno per il momento, non é possibile effettuare una ricarica manuale neanche presso ricevitorie varie, non é possibile utilizzare come metodo di pagamento una carta di credito o di debito ma solo ed esclusivamente il conto corrente bancario con addebito diretto SEPA.

Se l’addebito non va a buon fine per i più svariati motivi, non viene bloccato il rinnovo dell’offerta commerciale come avviene per gli altri operatori che quindi mettono la sim a pagamento ma viene bloccata completamente.

Ma non finisce qui, perché altra piccola scoperta fastidiosa nel momento in cui si effettua la portabilità da spusu ad altro operatore, ovvero rintracciare il codice seriale della sim (il codice ICCID) appare tutt’altro che scontato.

Se vi dovesse capitare una situazione simile, una volta effettuato il bonifico se disponibile, inviate subito la ricevuta del pagamento che riporta il CRO (il codice di operazione) all’assistenza clienti via mail oppure via whatsapp, in questo modo la riattivazione della sim sarà più veloce.

spusu ricarica

Come fare portabilità da spusu ad altro operatore

Dopo aver fatto questa scoperta, ripeto piuttosto fastidiosa anche se non doveva necessariamente essere una vera scoperta, ho provveduto ad effettuare il bonifico con l’importo dell’offerta mensile ma intanto si dovranno attendere almeno 48 ore prima che la sim venga riattivata e quindi nel frattempo, in pieno periodo di festività natalizie, non si potrà utilizzare la sim in alcun modo.

Si é quindi provveduto a cambiare operatore telefonico, si effettua la richiesta, nel caso specifico tramite call center e si scopre che l’ ICCID della sim spusu non corrisponde e che spusu non compare neanche nell’elenco degli operatori telefonici ma per fortuna l’operatore al telefono ha suggerito di scaricare una app per conoscere l’esatto numero seriale della sim spusu che appare un pò diverso da quello che dovrebbe apparire stampato sulla sim. La motivazione non é chiara, forse perché parliamo di un operatore che di fatto risiede in Austria?

La app scaricata per la precisione é Sim serial number, molto veloce ed essenziale, una volta scaricata gratuitamente, la avviate e vi restituisce subito il vostro numero seriale di sim, nel caso doveste incappare nello stesso problema.

Nell’avere la sim disattivata si é temuto che la portabilità non andasse a buon fine ma dall’assistenza clienti spusu garantiscono che tutto procederà tranquillamente, ma intanto la sim é disattivata e lo sarà ancora per qualche giorno.

Quindi questo non per denunciare la mancata serietà di un operatore, perché informandosi bene le informazioni si ottengono, ma bisogna comunque prestare attenzione ad un particolare che può sembrare di poco conto ma di fatto non lo é.

Speriamo che l’operatore spusu prima o poi attivi anche altre modalità di pagamento e in ogni caso decida di non disattivare completamente una sim per un mancato pagamento ma faccia in modo che l’utente possa utilizzarla ugualmente ma con l’offerta commerciale disattivata cosi come accade con altri operatori.

Almeno per un certo periodo di tempo dando al cliente la possibilità di ricaricare, se questo non dovesse accadere a quel punto sarebbe giustificato disattivare la sim.

Oppure potrebbe seguire l’esempio di Fastweb che permette di scegliere il metodo tradizionale di ricarica pur richiedendo in fase di attivazione un IBAN bancario da cui prelevare l’importo mensile in caso di mancata ricarica.

Spusu é senz’altro un operatore molto serio e professionale che propone anche offerte interessanti ma sembra essere completamente lontano da tutti gli altri operatori e lontano dagli utenti, comprensiva anche l’idea di non correre il rischio di ritrovarsi sim card attive e non utilizzate ma come già detto, darebbe almeno un pò di tempo al cliente per effettuare la ricarica prima di vedersi disattivare la sim immediatamente.

Inoltre offrire anche una diversa modalità di ricarica e non solo il bonifico il cui esito lo si potrà avere solo dopo almeno 48-72 ore lavorative ma intanto si rimane senza possibilità di inviare e ricevere chiamate o navigare dal proprio cellulare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.